Spiagge


Le spaigge in Sardegna si estendono per più di 1800 km. In tutto ci sono più di 250 spiagge, è un quarto di tutte le spiagge in Italia, e come dicono gli stessi italiani, la parte migliore.

La cilieggia sulla torta sono le spiagge selvagge le quali i turisti possono raggiungere solo in barca oppure facendo una camminata a piedi dall’autostrada.

Se le altre località turistiche del Mediterraneo potrebbero offrire solo qualche spiaggia di questo livello con acqua cristallina,  in Sardegna ce ne sono decine. Differenti e pulitissime, queste spiagge si possano trovare lungo tutta la costa, basta studiare con un po di attenzione la mappa della Sardegna.

Scegliere le spiagge migliori non è un compito facile. Le spiagge della Sardegna sono famose per essere pulite, la maggior parte di esse è poco affollata, qui vi potrete rilassare in mezzo alla natura, in silenzio e tranquillità.

In più le spiagge della Sardegna sono molto diverse: bianche, rosa, di riso. Qeste ultime non sono una rarità sull’isola, costitiscono un punto d’interesse turistico.

Le più famose sono le spiagge bianchissime della Costa Smeralda. È una delle zone più prestigiose della Sardegna, il centro del turismo balneare esclusivo. Il colore dell’acqua è uno smeraldo incredibilmente profondo. La Costa Smeralda è una costa pittoresca, lunga 55 km, che si differenzia per la sua fastosità edeleganza.

Non lontano dalla Costa Smeralda si trova la famosa città di Olbia.

Oggi Olbia non solo funge da ingresso in Sardegna per navi e aerei, è anche una città storica ricca di luoghi e monumenti, musei ecc. Inoltre Olbia è centro della moda e dello shopping. 

La zona costiera di Olbia si estende per 100 km di spiagge e rocce di una bellezza incomparabile. Non si può non nominare la riserva marina, sul territorio della quale si innalzano all’altezza di 500 m le rocce della costa scoscese dell’isola Tavolara, le spiagge Pittulongu, Marinella, Punta Corallina con finissima sabbia bianca ed acqua cristallina, spiaggia Murta Maria con sabbia grossa e conchiglie amata da surfisti, e certamente, Porto Rotondo. Questa è una località turistica tra le più famose ed alla moda della Sardegna ed anche essa fa parte dell’Olbia

Sulla costa nord-ovest della Sardegna si trova la città di Alghero, una delle più grandi località turistiche sull’isola. Alghero unisce in se la cultura catolana, una storia unica e le spiagge diverse e bellissime. La linea della costa da nord a sud si estende per circa 90 km e rappresenta un continuo susseguirsi di paesaggi meravigliosi: dune di sabbia, grotte, baie ricoperte di una vegetazione lussureggiante, sabbie dorate. Uno dei nomi di questo posto è Riviera del Corallo: le acque qui sono abitate dalle multiple colonie del costoso corallo rosso.

Se state cercando le spiagge selvagge di sabbia bianca, allora dovete prestare l’attenzione alla provincia di Oristano.

Aristanis in lingua sarda vuol dire «tra mare e stagno» dei quali questo territorio è ricco.

Le spiagge della provincia di Oristano, per diverse ragioni, restano ancora oggi selvagge, sono lontane dal turismo di massa che caratterizza le altre parti della Sardegna.

La capitale della Sardegna -  Cagliari è al vertice delle classifiche delle città più confortevoli per la vita.

In 5 km dal centro città si trova la spiaggia Poetto, una delle più belle e famose spiagge cittadine del Mar Mediterraneo. La spiaggia si estende per 7 km di finissima sabbia bianca e mare azzurro senza sottocorrenti e buche, che diventa più profondo solo dopo 50 metri, il che crea delle condizioni perfette per una vacanza al mare in famiglia. Grazie alla vicinanza di Cagliari c’è tutto l’infrastruttura necessaria: spogliatoi, bagni, bar e ristoranti e anche cinema a cielo aperto.

A 51 km da Cagliari si trovano le spiagge di Chia. Sono 6 km di spiagge pulitissime del sud della Sardegna. Chia è una frazione del comune di Domus de Maria situata sulla costa sud-occidentale dell’isola. La costa di Chia è formata da dune di sabbia, ginepro secolare, stagni abitati da flamingo rosa.

All’ovest della Sardegna, a 120 km da Cagliari, si trovano le meravigliose spiagge Mari Ermi e Is Arutas, che sono composte da pietruzza di forma particolare che assomiglia a chicchi di riso o alle piccole perline. Picoli granelli di quarzo, levigati dal mare, sono molto piacevoli al tatto e talmente leggeri che quando il vento è forte si ha la sensazione che si è di fronte alle dune di sale. La bianchissima costa di riso si estende per 4 chilometri ed è uno sfondo ideale per il Mediterraneo. Le spiagge Mari Ermi e Is Arutas non sono attrezzate: qui non ci sono le sdraio, ne spogliatoi, ne bar, ne ristoranti. Questo posto è perfetto per una vacanza lontano dalla folla e in silenzio della natura circostante. Le spiagge di chicchi di riso fanno parte della riserva marina. Non troverete nemmeno gli alberghi lungo il litorale di Mari Ermi e Is Arutas.

     

C’è anche un’altra spiaggia di riso che appunto porta il nome di Spiaggia del riso. Essa si trova vicino a Villasimius- la perla della costa sud.

Piccolo paese turistico con architettura autentica è molto amato dai turisti. Spiagge e punte di sabbia bianca di Villasimius è un posto ideale per fare diving.

 

Un’altra perlina della costa sud della Sardegna è Nebida e le sue spiagge attigue. 

Il territorio di Nebida è la riserva naturale nazionale e regionle tutelata da UNESCO.

I paesaggi unici con rocce secolari che si perdono nel mare, le spiagge di sabbia bianca. È uno dei pochi posti sulla Terra dove il sole sorge e tramonta dello stesso lato.

Nel 2014 il Governo della Sardegna ha sottoscritto un piano di sviluppo della regione, in ambito del quale sono previsti dei finanziamenti per le iniziative volte alla sistemazione del territorio e allo sviluppo, in particolare del turismo.